10 Donne Alla Guida Del Movimento Della Moda Sostenibile

10 Donne Alla Guida Del Movimento Della Moda Sostenibile

Viviamo in un incredibile momento di cambiamento. La frontiera della moda sostenibile è dominata da donne d'affari, società d'affari, artisti, designer e leader che sono stanchi degli sprechi dell'industria della moda che sta inquinando il nostro mondo e picchiando le mani dietro i nostri vestiti. Questo gioco consumistico è estenuante. Ma questi leader in modo sostenibile sono una forza per il cambiamento contro la pratica di sfruttamento della produzione e delle catene di approvvigionamento tossiche. Sono un appello alla giustizia, che guidano la rivoluzione della moda. Continua a scorrere per trovare una funzionalità extra!

10 Donne Alla Guida Del Movimento Della Moda Sostenibile

 

Insieme, stiamo costruendo una nuova storia che celebra queste donne incredibili nella loro interezza. Perché chi gestisce il mondo? Bene, sia noi che Beyoncé sappiamo chi - ragazze. Ecco 10 donne leader nella moda sostenibile che ci ispirano e ci motivano ogni giorno:
1. Stella McCartney

Uno dei leader della moda sostenibile più coraggiosi è la stilista inglese Stella McCartney. Stella utilizza la sua piattaforma per creare una conversazione globale sull'industria della moda e ci insegna come possiamo trasformarla per un futuro sostenibile, vegetariana e animalista per tutta la vita. Stella non utilizza prodotti di origine animale nel suo lavoro e ha lanciato linee proprie, così come in collaborazione con Adidas, che sono il più vicino possibile allo zero rifiuti. Quando si arriva al punto, Stella dice che tutto inizia con noi. Sostiene l'educazione sulla crudeltà dell'industria della moda con tavole rotonde prima dei suoi spettacoli, che funge da voce costante per la moda sostenibile. Sintonizzandosi, sta guidando l'industria della moda ei suoi clienti a meglio comprendere la necessità di nuove tecnologie e tessuti riciclabili. Stella sostiene lo shopping di seconda mano e crea copertura per coloro che vogliono un cambiamento ora.

2. Eva Kruse

Eva Kruse, CEO di Global Fashion Agenda e Copenhagen Fashion Summit, sa il fatto suo come donna che guida la rivoluzione della moda sostenibile. Nel 2020, ha consolidato il suo impavido status di leadership applicando rigorosi di sostenibilità che i marchi possono diventare criteri per presentarsi a Copenhagen. Ma Eva non pensa che la moda sia esclusiva per le persone a cui piace fare acquisti. Colpisce tutti. Questo è il motivo per cui Eva chiede che verrà adottata normativa per supportare la crescita della tecnologia verde nel settore della moda. Combatte per questo giorno dopo giorno! Per lei, la sensualità è un design, non solo un prezzo economico. Supportando i designer sostenibili, possiamo sentirci sexy nei nostri vestiti come ci sentiamo ora e sentirci davvero bene. Eva è una delle nostre leader preferite nella moda sostenibile!

3. Vivienne Westwood

Un ribelle con una causa. Nessuno lo fa come Vivienne Westwood. Al servizio di noi punk rock, look eco-compatibili sin dagli anni '70, Vivienne è stato un manifesto assoluto alla richiesta di cambiamento nel settore della moda. Per lei, il consumismo è una droga che ci ha solo portato sempre più in profondità nel cambiamento climatico. "Penetra alla radice della situazione umana... abbiamo la scelta di diventare più colti e quindi più umani - o arrancando come al solito, rimarremo l'animale distruttivo e autodistruttivo, vittima della nostra stessa intelligenza." I di Vivienne non hanno eguali e sono indossati da celebrità che concordano che la crudeltà è l'unico modo per apparire veramente alla moda. È una ragazza punk rock e veramente lo status di leader della moda sostenibile con un'agenda ragazza ecologica: "scegli bene e fallo durare".

4. Eileen Fisher

Eileen Fisher, designer di abbigliamento americana e fondatrice del suo marchio omonimo, vive dell'obiettivo di progettare progetti negativi e progettare in un cambiamento positivo, rendendola una delle leader più autentiche della moda sostenibile. Eileen crede nel prestare attenzione a ogni fase dell'industria della moda, dal campo alla borsa della spesa. L'industria, come dice lei, dovrebbe essere sostenibile dall'inizio alla fine. Questo è il motivo per cui ha lanciato l'obiettivo "mai più sprechi" che lavora per migliorare il mondo attraverso la creazione di moda sostenibile invece di esaurirla costantemente. L'obiettivo è creare un'industria completamente ecologica, olistica e circolare. Per dare il via al movimento, Eileen ha offerto un programma di riacquisto che ha raccolto oltre un milione di capi in 10 anni per essere riciclati e venduti insieme ai suoi capi sostenibili. Come donna pioniera nella moda sostenibile, è solo l'inizio.

5. Emma Watson

Un impegno per la moda sostenibile non è a conoscenza dei designer. Emma Watson lo dimostra come uno dei leader più sorprendenti della moda sostenibile oggi. Sì, è una modella e attrice, ma soprattutto è un'attivista. Nel 2015, ha firmato la "Green Carpet Challenge", impegnandosi a indossare solo look di designer sostenibili per tutti gli eventi mediatici. Nel 2020 è entrata a far parte del consiglio di amministrazione di Kering come sostenitrice della moda sostenibile. Emma crede che la moda modelli le nostre identità significando esattamente ciò che rappresentiamo. Se sei quello che indossi, dovrebbe essere sostenibile. La caparbia carriera e la sfida di Emma sono state per anni una forza trainante nel settore della moda sostenibile. In qualità di protagonista, le sue convinzioni si sono diffuse a macchia d'olio, ispirando la prossima generazione della moda a fare scelte migliori per la nostra Terra.

6. Mara Hoffman

Mara Hoffman ha fondato il suo marchio sostenibile per festeggiare e ispirare le donne. Cosa potrebbe esserci di meglio che fondere insieme queste due potenze? Sappiamo ormai che esistono alternative di moda sostenibili in tutto il settore. Ma Mara vuole andare oltre, ti chiede di ritenerla responsabile per i suoi disegni. Sì, rendila responsabile! Spingiti oltre la norma e compra vestiti che sai che indosserai più e più volte. Immergendosi a capofitto nell'arduo aspirare a diventare un marchio sostenibile al 100%, Mara è fermamente contraria alle tendenze e crede che questo viaggio sia un "processo eterno".

7. Lauren Conrad

Lauren Conrad ha creato l'eco-chic. Oltre ad essere assolutamente favolosa, Lauren gestisce il suo concept store, "The Little Market", che cura la più raffinata gamma di prodotti etici. Oltre 10.000 artigiani di tutto il mondo sono rappresentati su questo sito di e-commerce, vendendo bellissimi articoli fatti a mano a persone che si prendono cura di loro. E la parte migliore? Questi artigiani vengono beneficiati direttamente, non solo immersi nel ciclo della moda. Incredibile, unica e potente: Lauren sta senza dubbio gestendo uno dei progetti di passione più impavidi nel settore della moda sostenibile.

8. Carry Somers

È la rivoluzione di Carry Somers! La stilista e imprenditrice sociale britannica Carry Somers ha fondato "Fashion Revolution", il più grande movimento globale di attivismo nel campo della moda che dice la verità sulla catena di fornitura della moda. La campagna chiede alle persone di indossare le loro camicie al rovescio per attirare l'attenzione su chi fa davvero i nostri vestiti. Rispondono marchi e produttori, che sono tessitori, tintori, ricamatori, coltivatori di cotone, sarte, filatrici e dirigenti sindacali di tutto il mondo. Con questa onestà, Carry spera di portare la trasparenza nella moda. Vuole cambiare radicalmente il paradigma e dare ai volti dietro i nostri vestiti l'amore e l'apprezzamento che meritano. Non è molto meglio di un logo stupido?

9. Amanda Hearst

La socialite e attivista americana Amanda Hearst ha trovato il suo solco etico nella vendita al dettaglio online sostenibile. In qualità di co-fondatore del rivenditore online etico "Maison de Mode", uno sportello unico per tutti i beni di lusso etici, dai pezzi pret-à-porter agli accessori e ai prodotti per la casa. Il lavoro di Amanda è radicato nelle storie dietro i suoi prodotti e nel modo in cui le persone trovano ispirazione in prodotti che hanno un significato e uno scopo reale. Cosa motiva? La scienza alla base del bisogno di cambiamento. Amanda sostiene la completa trasparenza, lavorando sempre più vicino al suo obiettivo di non dover più etichettare le merci come "eco-compatibili" o "sostenibili". Un giorno saranno conosciuti solo come merci normali.

10. Olivia Wilde

Olivia Wilde è un'altra stella della dichiarazione e uno dei migliori leader della moda sostenibile che ha un impatto enorme nel settore della moda sostenibile. Olivia ha fondato la sua iniziativa di moda sostenibile "Conscience Commerce" che collega le fondazioni senza scopo di lucro a modelli di business sostenibili. L'obiettivo? Coscienza sociale, impegno e consapevolezza. Olivia pensa che i vestiti usati dovrebbero essere belli e che tutti dovrebbero scegliere quelli usati rispetto a quelli nuovi. Questo è il motivo per cui parla e cammina ogni giorno combattendo per la sostenibilità indossando abiti vintage, indossati e riutilizzati.

11. Fondatori di Aequem - Ieva Balciute e Magda Daniloaia

Ultimi, ma certamente non meno importanti, i fondatori di Aequem. Come imprenditrici seriali, Ieva Balciute e Magda Daniloaia si sono collegate attraverso il desiderio comune di rendere l'esperienza di acquisto di moda dei clienti più agevole, accessibile e più sostenibile. Durante la loro carriera, le due si sono indipendenti dagli altri per la loro mentalità innovativa e rivoluzionaria dimostrata per il business. La creazione di Aequem non è stata diversa. Con un insaziabile interesse per la moda sostenibile, Ieva e Magda si sono rese conto che nessuna piattaforma di moda era filtrata: i clienti erano rimasti confusi e sopraffatti dal numero di opzioni disponibili. Aequem semplifica questo processo. Basandosi sulla loro precedente esperienza nella gestione aziendale e nell'e-commerce, Ieva e Magda hanno offerto ai clienti la massima tranquillità, sapendo che i prodotti che acquistano hanno superato rigorosi criteri di sostenibilità. In pochi anni, la coppia è diventata la più grande piattaforma di moda sostenibile, offrendo oltre 80 marchi di abbigliamento etico.

Ora dai un'occhiata ad alcune delle idee di outfit curate da Aequem per farti dominare il mondo!

In senso orario da sinistra:
Abito in lino blu scuro etico (£ 249) di Fanfare
Camicia diritta LIISA in cotone organico bianco (£ 129) di Kirivoo
Anello Nudo punteggiato in oro (£ 99) di Amadeus
Collana a catena Daphne in oro (£ 620) di Amadeus
Pantaloni a gamba larga (£ 209) di Asmuss Abbigliamento
Scarpe Ali Bey Plain Babouche (£ 129) di Kmana

In senso orario da sinistra:
Camicia corta Mint LS (£ 125) di Rozenbroek
T-shirt Tie Dye in cotone biologico Clubs (£ 47) di Terrible Studio Seoul
Pantaloni Cartagena Blu (£ 270) di Oramai
Scarpe da ginnastica Singou unisex in cotone biologico blu (£ 100) di Umoja Shoes
Anello Sophia in oro con ametista (£ 115) di Amadeus
Collana con turchese in oro riciclato Ayah (£ 119) di Carolina Wong

 


Cerchi altri contenuti sostenibili da leggere?

 

Non c'è posto migliore di Aequem per tutte le cose (veramente) sostenibili. Ami le cose belle ma vuoi essere più consapevole? Anche noi! Questo è il motivo per cui abbiamo creato Aequem in primo luogo. :)

Se vuoi rimanere informato, essere il primo a conoscere le offerte speciali e avere accesso diretto ai migliori prodotti sostenibili controllati e curati da tutto il mondo, iscriviti alla nostra newsletter settimanale - puoi farlo tramite il piè di pagina qui sotto.

PS Disponiamo solo di prodotti sostenibili sia dal punto di vista sociale che ambientale, così puoi fare acquisti in tutta tranquillità! I nostri imballaggi sono riciclati e/o riciclabili e piantiamo anche 10 alberi ad ogni acquisto!

 

Connettiamoci:
INSTAGRAM | FACEBOOK | PINTEREST | YOUTUBE

Per saperne di più

I TOP 30 Fatti Interessanti Sulla Sostenibilità Nella Moda

I TOP 30 Fatti Interessanti Sulla Sostenibilità Nella Moda

How to Improve Your well-being and immunity with Ayurveda-Aequem.com

Come migliorare il tuo benessere e le tue difese immunitarie con l'Ayurveda

La rivoluzione del ritiro: cosa succede realmente ai nostri vestiti?

La rivoluzione del ritiro: cosa succede davvero ai nostri vestiti?

Commenti

Diventa il primo a commentare.
Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati.